Home Sommelier Primitivo

Sommelier Primitivo

19113959_1685406825088305_7326851941815051177_n

A MAURA GIGATTI IL PRIMO PREMIO DI
MIGLIOR SOMMELIER DEL PRIMITIVO

La sommelier di Parma ha sbaragliato la concorrenza degli altri due finalisti, il molisano Carlo Pagano e il pugliese Antonio Riontino, e sarà la Primitivo Ambassador 2017 in Italia e all’estero.

È stata una bella competizione, ma anche un momento di confronto e di celebrazione del successo raggiunto dal Primitivo in Italia e nel mondo. La gara è partita al mattino, con una prova scritta sul Primitivo in Puglia, la sua storia, i territori di produzione, le Doc, i Consorzi di Tutela, le caratteristiche gusto olfattive e di abbinamento. Analizzando i compiti scritti la Commissione composta da Cini, Responsabile Concorsi di AIS Italia, Carrasso referente per la didattica di AIS Puglia, Baldassarre relatore AIS massimo esperto al mondo di Primitivo, e da Peragine, giornalista AGAP  ha selezionato i tre finalisti: l’emiliana Maura Gigatti, il molisano Carlo Pagano ed il pugliese Antonio Riontino che nel pomeriggio, nelle sale del prestigioso Relais Reggia Domizia di Manduria, hanno simulato una prova di servizio, di abbinamento cibo-vino e di comunicazione del vino sovrano di Puglia. Alla fine l’ha spuntata la Gigatti che davanti ad una selva di fotografi e di telecamere si è dichiarata orgogliosa di questo titolo, anche perché ha superato l’agguerrita concorrenza dei colleghi uomini, Pagano in primis già miglior sommelier del Nebbiolo e al terzo posto quest’anno nel concorso per il Miglior Sommelier d’Italia.

Alla Sommelier il compito di rappresentare il Primitivo nel mondo per il 2017 e la possibilità di diventare “Primitivo Ambassador” per Vinoway.com, il portale nazionale di cultura enogastronomica, media partner della manifestazione. “Se oggi nel nostro Paese si beve meglio e soprattutto con maggiore senso di responsabilità è anche grazie al contributo dei sommelier. A Maura Gigatti e agli altri vincitori vanno le nostre congratulazioni, convinti che porteranno in giro con professionalità la storia, la tradizione e le virtù del nostro primitivo” è stata la dichiarazione di Roberto Erario, presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, accompagnata da quella di Donato Giuliani, presidente del Consorzio di tutela dei vini Doc Gioia del Colle. “Il vino e i territori possono crescere solo attraverso la capacità di racconto che noi operatori della filiera riusciremo a portare sui mercati. A noi produttori, ma soprattutto ai sommelier di Puglia va dato atto del grande lavoro di promozione fatto in questi anni. Ottima l’iniziativa del Premio al Miglior Sommelier del Primitivo che ci auguriamo diventi un premio sempre più ambito anche per gli anni a venire”.

Pietro D’Onghia – Comunicazione AIS Puglia

19059076_1685407758421545_8544163008352843576_n19059381_1685407775088210_333781319652039166_n

19113750_1685408001754854_6481289580198819752_n19105780_1685406681754986_1163990914230655938_n19113740_1685407831754871_3057959406268095000_n

19059482_1685407025088285_8698518005239284849_n19059894_1685406978421623_4856385786184545324_n

19059482_1685407025088285_8698518005239284849_n19113959_1685406825088305_7326851941815051177_n19113868_1685407051754949_6301038178437364_n19113841_1685407145088273_2146132502791878568_n19146041_1685408198421501_7034604780372621521_n

19059982_1685408775088110_8522506674392657993_n19105798_1685409431754711_4158209175964426561_n19113535_1685407288421592_7772070610342564277_n19113845_1685506605078327_2388727962065639107_n
19114022_1685407321754922_6385945401194543681_n19149229_1685506498411671_4472233125626996726_n19224886_1685407411754913_8238446886957383465_n19225635_1685409025088085_8641453726050732079_n

19059916_1685409691754685_3470291875787826064_n

IL VIDEO DEL CONCORSO DEL MIGLIOR SOMMELIER DEL PRIMITIVO